Manifestazioni – Barcolana

Dopo numerosi tentativi giungendo per ben otto volte al secondo posto ed una al terzo, eccovi il racconto dettagliato dell’edizione 2009: l’edizione della vittoria!!!!!

“Per me è stata una giornata indimenticabile. Ho vinto la Barcolana come stratega dell’imbarcazione Maxy Jena dell’armatore Sloveno Mitja Kosmina. E’ stato un susseguirsi di emozioni fin dalla mattina, in quanto avevamo della previsioni meteo di un vento proveniente da 45 gradi “bora” di intensità 15 nodi, invece questo nella realtà non c’era.  La partenza è stata alle 10:00 ed io già alle 9:30 ero in cima all’albero di Maxy Jena a scrutare l’orizzonte e controllare le mosse degli avversari perché il vento che avevamo in quel momento era da 0 gradi “Tramontana” con 10 nodi di intensità. Questo ci scombussolava tutta la strategia preventivamente impostata perciò eravamo tesi. Siamo partiti molto bene a circa metà linea di partenza ma dopo pochissimi metri il vento è calato tutto e le barche verso la zona del castello di Miramare sembravano favorite. In quegli istanti sapevo dentro di me che la regata era in diretta Rai, che era tutto proiettato su dei maxy schermi sulle Rive di Trieste con migliaia di spettatori e che avevamo circa 1800 barche avversarie e non dovevamo sbagliare scelta.  Decidere l’attimo esatto dove strambare è stato difficilissimo ma con freddezza e lucidità abbiamo colto l’attimo migliore. Il vento a metà del primo lato ha cambiato direzione ed è arrivato dalla direzione quasi opposta 280-290 gradi con 8-10 nodi di intensità sconvolgendo nuovamente la situazione e favorendo le barche più vicine a Muggia. Noi per fortuna eravamo al centro della flotta ed abbiamo sfruttato bene il cambio di vento ed alla prima boa posizionata in prossimità di Punta Grossa eravamo in testa alla regata.
Da qui non abbiamo mai smesso di marcare gli avversari ed è stata una passerella fino all’arrivo con tutte le barche spettatori che ci seguivano e facevano il tifo per noi.
All’ arrivo avevamo circa 15 minuti di vantaggio sul resto della flotta. Tagliata la linea di arrivo in tutto l’equipaggio è scoppiata una gioia immensa. Tanti ragazzi hanno pianto dalla gioia e non dimenticherò mai le loro facce. Questa vittoria è stata costruita negli anni ed il team si è sempre migliorato. Per vincere oggi ci siamo allenati ininterrottamente per 9 giorni con uscite quotidiane di 4-5 ore. Io venivo alla Barcolana di Trieste da bambino con la barche di amici dei miei genitori e già a quei tempi per me vincere la Barcolana sarebbe stato un sogno. Oggi quel sogno si è realizzato”.

Enrico nel 2014 e 2015 ha partecipato alla Barcolana con i multiscafi Extreme 40 vincendo l’evento Land Rover Cup nel 2015.