Zennaro e Tonoli nella stessa barca per l’Italiano Minialtura

Notizie

A poco più di un mese dall’inizio del Campionato Italiano Minialtura, che si svolgerà a Chioggia dal 8 al 10 maggio continua a crescere il numero delle imbarcazioni che hanno già fatto pervenire alla segreteria del Circolo Velico Il Portodimare, organizzatore dell’evento, la propria adesione. Raggiunto il termine del 30 marzo per effettuare l’iscrizione a tariffa agevolata sono ben 36 gli equipaggi che compaiono nella entry list pubblicata nel sito ufficiale della manifestazione.

Tra gli iscritti delle ultime ore anche il Fat 26 Energy Solution di Oscar Tonoli. Il leone del Garda, vice campione in carica e tra i più forti timonieri della vela italiana, quest’anno tenterà di aggiudicarsi la vittoria finale in coppia con Enrico Zennaro. Il velista chioggiotto ha infatti accettato la proposta di unire i due team nel tentativo di dare seguito al successo ottenuto nel 2014. L’equipaggio dell’imbarcazione  che correrà per i colori del Circolo Nautico Chioggia sarà quindi formato da Oscar Tonoli, Enrico e Nicola Zennaro, Stefano Orlandi e Lorenzo Tonini.
Lo scorso anno – commenta Enrico Zennaro – ci siamo aggiudicati il titolo Italiano Minialtura con il Melges 24 Little Wing vincendo 7 prove su 8 quindi cambiare modello di barca può essere vista da molte persone come un scelta folle ma io ed i ragazzi del team ne abbiamo discusso a lungo e siamo felici e convinti della scelta che abbiamo fatto sia perché siamo consapevoli che l’ottima prestazione dello scorso anno e’ arrivata sopratutto per merito dell’equipaggio nonostante sia innegabile il fatto che l’intensità del vento, superiore a quello che si trova abitualmente a Chioggia, ci abbia avvantaggiato. 

“Prima di decidere se procedere o meno con la fusione dei nostri rispettivi team – continua ancora Zennaro –  io, Oscar Tonoli e Stefano Orlandi ci siamo incontrati sul Lago di Garda a Gargnano e siamo usciti a provare la barca, fotografare le vele esistenti per decidere come eventualmente fare progettare il nuovo fiocco da Stefano Orlandi di North Sails e per stabilire una lista lavori affinché la barca arrivi preparata al top. Vincere non è mai facile, ripetersi lo è ancora di più ma sicuramente venderemo cara la pelle!“.

, , , ,